Faccio BuonoFaccio Buono

by angelo

image_0442

 

Oggi ci troviamo a scegliere alimenti che subiscono molti passaggi intermedi dal produttore al consumatore finale.

L’Unione Europea da anni vuole garantire la sicurezza dell’intera filiera e la RINTRACCIABILITA’ del prodotto è l’unico mezzo che permette di richiamare dal mercato prodotti sospetti di non conformità. La rintracciabilità consente di conoscere tutte le fasi della produzione di un certo lotto di alimenti e di poter “bloccare” una partita di prodotti alimentari nel caso in cui questa non risponda alle necessarie garanzie di qualità e di sicurezza.

Le normative che regolamentano tale principio sono contenute nel Libro Bianco sulla sicurezza alimentare presentate dalla Commissione Europea il 12 gennaio 2000, a cui ha fatto seguito il Regolamento (CE) del 28 gennaio 2002 nr. 178.

L’articolo 3 al punto 15 sottolinea in cosa consiste la rintracciabilità:

La rintracciabilità consiste nella possibilità di ricostruire e seguire il percorso di un alimento, di un mangime, di un animale destinato alla produzione alimentare o di una sostanza destinata o atta ad entrare a far parte di un alimento o di un mangime attraverso tutte le fasi della produzione, della trasformazione e della distribuzione.

L’articolo 18 del regolamento 178/2002 prevede, poi, le modalità attraverso cui gli operatori devono attuare la rintracciabilità degli alimenti in qualsiasi punto della filiera si trovino: produzione, commercializzazione, trasformazione e distribuzione.

In sintesi si tratta di conservare tutte le informazioni sui propri fornitori e sui propri clienti, così da documentare la storia e il percorso di ogni prodotto. Si parla in questo caso di tracciabilità.

Ma per poter ripercorrere il processo produttivo a ritroso, da valle a monte, in pratica dal prodotto finito all’origine della materia prima, non si può rintracciare il percorso del prodotto, se prima non è stato tracciato.

Si parla quindi di TRACCIABILITA’ un sistema di procedure, di identificazioni in grado di dimostrare e documentare la storia e il percorso di un prodotto e che ne garantisca un’accurata e completa informazione che consente la rintracciabilità.

Il gestionale FACCIOBUONO diventa lo strumento ideale per garantire la tracciabilità e quindi la rintracciabilità di un prodotto. Infatti il software nel momento di elaborazione della ricetta assegna un numero di lotto, riportato in automatico sull’etichetta, che permette di risalire agli ingredienti utilizzati, al processo produttivo e alla fase di vendita.

angelo
About angelo